Per Anno Per Mese Per Settimana Oggi Cerca Salta al mese
Obiettori di coscienza nello sport
Venerdì 05 Marzo 2021, 20:30
Visite : 16
0471.067822

con Damiano Tommasi
modera Stefano Bizzotto

Il giornalista sportivo Carlo Zampa un giorno lo definì così: “Damiano Tommasi è l'anima candida del calcio italiano”. Da allora quell'espressione è rimasta cucita addosso al mediano della Roma come un vestito di seta. Umile, schivo, appassionato della vita e attento ai bisogni degli altri, Tommasi ha cercato sempre di coniugare etica e sport, verità e impegno civile. Una carriera da numeri uno: dalle giovanili del Verona al salto in serie B, la promozione in A e infine l'approdo nella Roma di Totti & Co. L'anno dello scudetto (2001) il mister Capello parlò di lui come del “giocatore più importante della squadra”. Nel '98 esordisce con la Nazionale e diventa una pedina fondamentale. Nel 2004 un brutto infortunio lo blocca a letto e lui decide di ridursi lo stipendio a 1500 euro al mese. Recupera e rientra da titolare l'anno seguente. Lascia il calcio professionista nel 2009 dopo esperienze nei campionati spagnolo e cinese e si dedica a progetti sociali, educativi (fonda una scuola dedicata a don Lorenzo Milani nella sua Valpolicella) sulla scia della formazione cattolica aperta. Un obiettore di coscienza tutto tondo. Come presidente dell'Associazione Italiana calciatori si è trovato a dover gestire i mesi furibondi (anche di polemiche) sulla pandemia da Covid-19 e si è dimesso il 19 giugno 2020. Si è occupato pure di infiltrazioni mafiose nel calcio.

Educare alla giustizia

Luogo Teatro Cristallo
Ingresso gratuito
distribuzione biglietti gratuiti in cassa a partire dal 26 gennaio
DamianoTommasi_sito.jpg

NOTA! Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. Utilizzando i nostri servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.